La Biblioteca Innocenti Library "Alfredo Carlo Moro"

L'attività di documentazione del Centro regionale di documentazione per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Toscana è svolta principalmente dalla Biblioteca Innocenti Library “Alfredo Carlo Moro”, specializzata sui diritti dell’infanzia, che ne costituisce anche il servizio di reference e di consultazione (in sede e a distanza).

L’attività dell'Istituto degli Innocenti di Firenze in questo settore si è sviluppata quando la Regione Toscana gli ha affidato compiti di studio, ricerca, documentazione e sperimentazione sulle problematiche relative ai servizi sociali ed educativi destinati ai bambini e alle famiglie con L.R. n. 45/90 aggiornata dalla L.R. 31/00, che ha istituito il Centro regionale.

Dal 1996 la collezione documentale si è poi notevolmente ampliata con le attività del Centro nazionale di documentazione ed analisi per l’infanzia e l’adolescenza (L. 451/97e L. 285/97) (www.minori.it). In tale ambito, oltre al catalogo bibliografico, sono stati sviluppati i cataloghi filmografico, giuridico e statistico (oggi consultabili nel Catalogo unico) e sono state costituite le banche dati dei progetti della legge 285/97.

Nel 2001, dalla collaborazione tra l’Istituto degli Innocenti e l’UNICEF Office of Research, è stata inaugurata la Biblioteca InnocentiLibrary che è nata dall’unione delle biblioteche di questi enti e che mette a disposizione del pubblico il materiale documentario raccolto; dal 2009 la Biblioteca è stata intitolata ad Alfredo Carlo Moro.

Il patrimonio documentale consta di più di 20.000 documenti in varie lingue e tipologie (monografie, letteratura grigia, materiale multimediale) e di circa 200 periodici correnti nazionali e internazionali.

Il patrimonio librario comprende anche alcuni fondi speciali, acquisiti dalla Biblioteca in seguito alle donazioni effettuate dalle famiglie di alcuni importanti studiosi: il Fondo Alfredo Carlo Moro, composto da 261 volumi quasi tutti in lingua italiana, editi a partire dagli anni Settanta, che rivela un approccio interdisciplinare verso l’infanzia e l’adolescenza, con particolare riguardo al diritto di famiglia, ai diritti dei bambini, all’assistenza sociale e sanitaria, alla pedagogia e alla psicologia; il Fondo Angelo Saporiti, composto da 222 volumi per lo più in lingua inglese, anch’essi editi a partire dagli anni Settanta, che rivela un’attenzione particolare alla produzione internazionale di approccio comparativo nel campo della sociologia della famiglia e dei diritti dei bambini.

Recentemente è stato acquisito il Fondo Valerio Ducci, funzionario della Regione Toscana ed esperto delle problematiche riguardanti i bambini e gli adolescenti, di recente scomparso. Il fondo è composto da 434 documenti in lingua italiana editi dagli anni Cinquanta in poi, che si focalizzano soprattutto sui temi della ricerca e dell’assistenza sociale, della formazione professionale degli operatori sociali, dei servizi sociali e sanitari e della psicologia infantile.